Si alzano le temperature: Il Vizietto e il caldo addosso!

estate_vizietto-sexy-shop

Giugno è arrivato, puntuale. Dopo un inverno di pioggia e neve, nessuno ha dimenticato Burian e il gelo che ha portato (anche se noi siamo stati caldi caldi sotto le lenzuola a goderci coccole ed effusioni di sera e nel fine settimana ahahahah, ogni scusa è buona, vero amici miei?).

Ma ora ci siamo, ora è Giugno e mentre ancora correte ai ripari in palestra per dare un tono alla forma fisica, mentre iniziano a comparire i cartelloni pubblicitari con le nuove campagne dei costumi, intanto intorno a noi la temperatura si alza. Non mi dite che anche voi non avete notato come si faccia più prepotente il gioco erotico, le allusioni velate e meno al sesso? Perché si sa con l’arrivo dell’estate anche i più ghiacciati dei “cuori” si risvegliano. Ma come mai? Ve lo siete mai chiesti… come mai in estate aumenta la voglia di fare sesso? Anche la primavera si gioca il podio, vero, ma è l’estate la regina indiscussa della voglia di amore e di amare.

Bene, ecco a voi le risposte base, l’abc: in estate le giornate si allungano, il sole compare nelle nostre vite in quantità e gli ormoni che liberano il desiderio sessuale si sbizzarriscono.

Aumenta il livello di testosterone e aumenta la libido e la voglia di fare sesso, più luce più testosterone, più testosterone e più sesso. Un motivo prettamente biologico? Sì, certo, ma Lady V qui vuole aggiungere una cosa. L’estate è il momento in cui iniziamo a progettare le cose da fare, le cose da vivere, immaginiamo tempo all’aria aperta, mete da raggiungere e momenti di relax.

Il nostro corpo si adatta a nuovi ritmi, ritmi vitali, sole, luce e idee di libertà… come può non salire il desiderio sessuale? Il sesso è vita, è creatività, la penso così, lo sapete.

Proprio per questo, spesso, più che fornirvi prontuari al buon sesso, cerco di fornirvi idee, stimoli, curiosità, di essere un piccolo fiammifero nelle giornate apatiche, per attivare una connessione, uno scatto. Quanto è bello vivere! La vita è sesso, e noi siamo qui per ricordarvelo sempre!

 

Baci bollenti da Lady V!

 

Il vizietto sexy shop: 5 idee perché la creatività aiuta il buon sesso?

vizietto sexy shop buonsesso

 

Lady V e il vizietto sexy shop tornano puntuali come ogni settimana.

La primavera per il vizietto sexy shop e per me 😀 ormai sembra uno status quo e devo dire che con la primavera sembrano essersi “riscaldati gli ormoni” di tanti miei amici e tante mie amiche! 😀

No, non sono impazzita, e non sto per raccontarvi di mirabolanti notti al chiaro di luna presi dall’aria frizzante di un Maggio che sta per arrivare. Dico solo che mi arrivano messaggi, richieste, domande.

Ore di chiacchierate telefoniche con le mie amiche (sì una si sposa ed è presa dai preparativi) ma c’è anche chi è un po’ in crisi, e chi è single e vorrebbe conquistare qualcuno, c’è chi ha perso la voglia di amare, chi è chiuso in un mondo tutto suo… insomma come ognuno di noi, le persone che mi gravitano intorno spesso mi danno spunti per decidere di cosa parlarvi. E bene, dopo lunghe chiacchiere (sì quanto parlano le donne… avete ragione) eccomi qui a esprimere un concetto in modo fermo, e a usarlo per darvi qualche consiglio.

Il sesso non è sempre rosa e fiori, l’amore figuriamoci, il rapporto con noi stessi a volte vacilla, i giorni no, il lavoro, le incombenze, tutto si accumula e spesso si perde il desiderio.

La perdita di desiderio non è solo un processo fisico, ormonale (e io non sono un medico e non mi addentro in questo), la perdita di desiderio spesso è apatia verso sé stessi e le cose che ci circondano, per questo oggi ho pensato di dedicare il mio post a 5 idee, a 5 cose belle da fare, da vedere, da pensare… ho pensato di cercare di fare una coccola alla vostra “creatività”, perché la creatività di cui parliamo sempre, quella che ci rende liberi… non è solo tra le lenzuola, ma nella vita di tutti i giorni.

Fare una cosa bella: avete visto il nuovo Tulipark a Roma?

 

 

Rivedere un film cult, che riattivi i sensi, i sogni e i desideri: il film che va rivisto ogni tot di anni: Laguna blu.

 

Farsi trasportare dalla musica: conoscere o riascoltare un gruppo che non nuoce gravemente alla salute, ma che già dal nome riattiva le sinapsi 😀

 

Prendersi un momento per sé: accendere delle candele e rilassarsi! Qui ovviamente vi linko dove potete trovarla, ma anche una candela bianca creerà atmosfera, ovvio che se de Il Vizietto Sexy Shop è meglio!

 

Leggere qualcosa che stimoli la curiosità in caso di solitudine :D:

 

Autoerotismo. Chi fa da sé fa per tre?

 

E anche oggi vi saluto, vi abbraccio e vi stringo.
Questa primavera porterà cose belle, me lo sento, basta solo saper camminare verso sé stessi.
Spero di fare un pezzo di strada con voi,
due pizzichi, un sorriso e tante parole renderanno il cammino uno spasso!

Ne sono sicura,
Lady V

La mia amica si sposa! Lady V e Il Vizietto Sexy Shop party.

Il Vizietto Sexy Shop

La mia amica si sposa. Addio al nubilato con Il Vizietto Sexy Shop.

È arrivato il momento ragazze! La mia migliore amica si sposa e io ho pensato di condividere l’esperienza con voi amici de Il Vizietto Sexy Shop.

Non siamo più due giovani ragazzine che giocano a intrecciarsi i capelli (o a parlare dei primi baci e delle prime esperienze sessuali, o del primo tacco da mettere).

Sì, lo so, di tempo ne è passato tanto rispetto a quelle confidenze fatte nei pomeriggi dopo scuola, ma non lo so perché la notizia del matrimonio di una delle mie più care amiche mi ha turbato più che quando il mio ex mi ha detto “ciao, non ci rivedremo mai più”.

Passato il primo momenti di spaesamento ho pensato di essere Lady V anche in questa occasione “fiori d’arancio” e di creare un kit per la sposa e per la festa che faremo prima del grande giorno.

Ovvio che a quel punto come potevo non pensare a voi?

Sapete che esistono numerosi punti vendita Il Vizietto Sexy Shop a Roma (e per chi non è di Roma ce ne sono tantissimi in tutta Italia) oppure potete acquistare i nostri articoli qui.

Quindi non sarà difficile ricreare per voi un party degno di tale nome per le vostre amiche che si sposano (perché ne avete anche voi, no?) targato #addioalnubilatoconilvizietto.

Ma entriamo nel vivo della wishing list! 😀

Tutte le donne hanno in comune una passione: le scarpe. E le amiche sono unite da un filo che le lega, un filo di strass, è risaputo!

 

 

 

Ci sarà il matrimonio, è vero, a quello ci stiamo dedicando, al prima del grande giorno!

Ma c’è anche il dopo matrimonio e in ogni grande tappa della vita l’amica del cuore pensa sempre al “dopo”. E il “dopo” ha bisogno di un baby-doll giusto!

 

Ma torniamo al party, al momento dei festeggiamenti goliardici tra amiche.

Quelle serate in cui si gira per la città dicendo addio alla vita da single (non mi dite che siete di quell’idea che non c’è bisogno di festeggiare. C’è sempre bisogno di festeggiare!)

Se l’addio al nubilato deve essere un addio al nubilato con i fiocchi la prima cosa che non deve mancare è il bouquet!

 

Carino vero? 😀 😀 😀 La linea Bachelorette è spaziale, a prova di addio al nubilato!

E per gli scherzi, il gioco, le attività ludiche da “tavolo”?

 

Il Kit include: Pin The Macho On The Man Game, Mini John Inflatable Doll, Pecker Ring Toss Game, Bachelorette Ribbon, Jumbo Pecker Straw, 10 Pecker Straws, 8 Pecker Whistles, 8 Party Balloons, Dicky Ice Tray, Party Dice, Lotto Cards, Head Piece e Feather Boa. Cosa sono? Quale miglior momento per scoprirlo (poi fate sapere alla vostra Lady V.!)

E poi un po’ di sport per aumentare il fiato e le prestazioni fisiche prima del grande giorno!!! 😀

Lancio degli anelli… pronti partenza, via!!!

 

Il resto: sorriso, giochi, compagnia, ricordi e chiacchiere ce lo mettete voi.

Fatemi sapere come andrà, io vi racconterò tappa per tappa di questo viaggio, perché LA MIA AMICA SI SPOSAAAA!

 

Baci baci,

 

Lady V!

 

 

 

Clitoride: abc by LADY V.

clitoride

Oggi parliamo del clitoride! 

E come prima cosa partiamo da un po’ di definizioni, per parlare del clitoride partiamo dalla sua definizione. Le nostre care definizioni, che tanto ci piacciono. Cioè a Lady V piacciono le definizioni anatomiche, ma non le piacciono le definizioni troppo strette sulle cose della vita, lo sapete! 😀 Ma vediamo un po’.

Per Treccani: clitoride, organo erettile femminile impari e mediano situato nell’angolo anteriore della vulva. A differenza del pene, rappresenta esclusivamente una zona erogena dotata di estrema sensibilità grazie all’elevato numero di terminazioni sensitive, superiore a quello riscontrato nel glande. Per leggere tutta la definizione andate qui: qui. Ma per dirlo come lo direbbe (e come infatti lo dice) LadyV: il clitoride è quella parte del nostro corpo ricca di terminazioni nervose che riesce a farci provare piacere, quella che più facilmente di altre parti se viene stimolata genera piacere, la zona più facilmente eccitabile se a contatto con il partner o mastrurbandosi.

Si sa infatti che l’orgasmo clitorideo è più facilmente raggiungibile rispetto a quello vaginale. Sì, nemmeno dieci righe e siamo arrivati al tema principale.

Clitoride uguale orgasmo. Che senso ha avere uno splendida gelatiera se non si fa il gelato? (Sì, la primavera è appena iniziata, ma Lady V pensa già all’estate!)

Freud all’epoca disse che l’orgasmo vaginale era la risposta al più “fanciullesco” orgasmo vaginale. Beh, se lo dice lui.

E siccome noi siamo fanciulli dentro, e io sono la regina della fanciulle. Viva l’orgasmo clitorideo.

E siccome so che vi piace sentirmi parlare storicamente e scientificamente ma in realtà cercate consigli ed idee stuzzicanti, ecco una serie di gadget per voi fanciulle e per voi fanciulli (che volete far felici delle fanciulle). Quanta fanciullezza, e allora che sia!

 

Per prenderla con il sorriso, e prenderci!

 

 

Sempre in tema di rossetti, e senza dimenticare che è primavera:

 

Sempre in cerca di supereroi?

 

 

 

Bisogno di lievi carezze prima di qualcosa di più strong?

 

50 SFUMATURE DI GRIGIO – PIUMINO TEASE FEATHER TICKLER

 

e poi c’è Lelo, conoscete Lelo?

 

Anche per questa volta è tutto, e come sempre attendo le vostre impressioni di Primavera! 😀

 

Con affetto e simpatia (si diceva così?!?),

baci baci,

LADY V

Equinozio di primavera e giornata della felicità: 20 marzo

equinozio

Oggi è il 20 marzo. Sì, lo sapete.Domani è primavera! Sbagliato, è oggi primavera, oggi è l’equinozio di Primavera.

Ma “scusa Lady V, non era il 21 marzo?”
Beh sì, ma da un paio di anni (è stato così anche nel 2016 e nel 2017) l’equinozio arriva un po’ in anticipo.
L’equinozio di Primavera è quel momento in cui la durata del periodo di luce è identica a quella di buio, da quel momento in avanti le ore di luce cominciano ad allungarsi rispetto al buio. Tutto il contrario dell’autunno in cui il buio si allunga.
Insomma prendete per buona questa piccola lezione di Lady V (molto alla buona, quello di cui voglio parlarvi oggi è ben altro!)
Perché oggi non è solo l’equinozio di Primavera, oggi è la giornata della felicità.
E mi sembra bellissimo che sia stato scelto questo giorno, che primavera e felicità combacino. Un po’ scontato?
Ma che belle le cose scontate se sono queste.
La giornata internazionale della felicità si celebra in tutto il mondo il 20 marzo di ciascun anno. È stata istituita dall’Assemblea generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) il 28 giugno 2012. (leggete qui su wikipedia).
Quindi le vostre home saranno state invase da consigli, video, link… tutti con un solo tema: ricercare la felicità.
Ma Lady V è qui, senza nessun consiglio particolare… Si potesse trovare la felicità solo applicando rapidi suggerimenti sarei la prima a stilare liste.
La felicità per Lady V è qualcosa di intangibile, una sensazione verso cui si viaggia sempre, la direzione verso cui si muovono le azioni che ci fanno stare bene.
Anche la decisione di abbracciare qualcuno è ricerca di felicità, o la decisione di sottrarsi ad altri abbracci.
Dipende da che parte del bicchiere si vede la questione.
In questo spazio, scanzonato e provocatore, parliamo di sesso, erotismo, sentimenti, di noi.
Ed è a voi che dedico questa giornata di equinozio, augurandovi che i momenti di luce prevalgano sul buio.
Il buio ci piace solo in camera da letto (e non sempre, vedere tutto spesso raddoppia la “felicità” 😀 ).
Buon equinozio,
Lady V

La festa della donna: 8 marzo.

buon 8 marzo

La festa della donna, l’8 marzo. Date importanti, simboliche, ricche di storia e di tappe.

Le tappe che abbiamo fatto, tutte insieme, e tutti insieme.

Perché l’unione è la cosa che sappiamo generare ed è quello a cui aspiriamo.

Lady V e un sermone sui diritti delle donne? No, ci mancherebbe.

Io sono qui a parlarvi di elinimazione di limiti e tabù, di conoscenza di sé stessi e di sé stesse, e penso che non ci sia festa che debba ricordare concetti che devono far parte di noi ogni giorno.

Come credo che non ci sia bisogno di vergognarsi, di provare timore verso le cose tutte, quelle conosciute e quelle sconosciute.

Questo è quello che provo a fare qui su queste pagine virtuali quando vi parlo di autoerotismo. So che mi leggete e ne sono felice.

La normalità è solo quello di cui non abbiamo vergogna di parlare, allora parliamo, confrontiamoci, usciamo anche dalle righe per farlo.

In modo giocoso, o con serietà, parliamo di noi, di quello che amiamo e di quello che desideriamo. Solo così, rendendo tutto quotidiano e discutibile (nel senso di cose di cui si può parlare, si può discutere) le barriere si abbattono, ogni genere di barriera.

Quelle che ci mettiamo da soli o quello che ci viene dall’altro. Gli altri siamo noi.

Questo per dire che una festa è anche un giorno in più per ricordarci chi siamo, e quanto ancora possiamo lottare, dalle piccole cose alle grandi. Possiamo lottare per i nostri diritti, per le nostre passioni, per il nostro piacere (e questo è in tema con il blog), per le nostre famiglie, per la voglia di non averne, per il dolore e per la gioia, per ogni sfaccettatura e ogni colore del nostro animo, per dialogare sempre, a doppio binario, senza divisioni e senza spade sulla testa nelle scelte che facciamo.

 

Siamo donne, siamo uomini, siamo noi.

 

Il mio augurio è questo oggi, ed è l’augurio che vi faccio ogni giorno. Il 7 marzo, come il 10.

Lottiamo per noi, per loro, per gli altri, per chi amiamo e anche per chi oggi non amiamo.

 

 

Buon 8 marzo,

 

Lady V

Il Kamasutra: idee regalo

Il Kamasutra

Il Kamasutra: otto modi per fare l’amore, otto posizioni per farlo. 64 posizioni totali.

No, non è un suggerimento per giocare i numeri al Lotto.

Stiamo parlando di una delle opere più viste, più ammirate, che genera più curiosità: Il Kāma Sūtra (questo il titolo originale) antico testo indiano sul comportamento sessuale.

Il libro è stato scritto da Vatsyayana è viene spesso ricordato solo per le famose posizioni, non tutti sanno infatti che nel testo oltre alle famosissime posizioni (sì, lo so che sapete di che parlo e che le avete provate a replicare mille e mille volte) ci sono altre parti in cui si parla di desiderio, di come essere ottimi cittadini, e delle relazioni.

Un saggio, una guida, fonte di ispirazione. Bacio, preliminari, sesso orale, i tabù, il ménage à trois… tutto quello che potreste desiderare di trovare in un libro sono presente nel Il Kāma Sūtra.

Ed ecco Lady V in vostro aiuto.

Ma un diverso genere di aiuto. Invece di raccontarvi, spiegarvi sono qui a suggerirvi qualche collegamento carino. Collegare il testo tanto amato a qualche idea regalo.

Perché? Perché forse il Kamasustra è prima di tutto condivisione (per le cose tecniche avrete voi tempo e modo di spulciarlo e approfondirlo :D). Dicevamo condivisione. Perché?

Vi ricordate quando a scuola se ne parlava durante le gite, l’autogestione? Beh si tramandano aneddoti, e momenti di convivialità collegati a questo libro dell’amore e del sesso tanto amato.

Questa è forse la sua particolarità, accontentare i gusti di tutti. Motivo per cui ci sembra un’ottima idea regalarlo, ma regalarlo come lo regalerebbe Lady V. Come? Aggiungendo dei piccoli regalini! 😀

Vedrete che Leggere fa bene. E anche applicarsi nella lettura! 😀

 

Simpaticissimo il Il Kamasutra illustrato di Ionna Vautrin:

kamasutra ioanna

 

e magari a proposito di colori ecco il .

Certo mi piacerebbe vedere la faccia del destinatario del vostro dono!

Per aiutarvi nello stimolare il gusto, e sorridere di questo momento (se è la prima volta che vi approcciate) o per un break tra un capitolo e l’altro: .

 

 

 

Pensate sia il caso di dare il tempo per il cambio delle posizioni?

24, 33, 51? Fischio! Ecco a voi: FISCHIETTO BACHELORETTE PARTY FAVORS PECKER PARTY WHISTLE.

 

 

Lady V ha scelto per voi solo un paio di oggetti che trovate nei nostri punti vendita .

Ma sapete che ce n’è per tutti i gusti. Il Kamasutra sarà così un’esperienza, un gioco, un ricordo, un’emozione. Se è la prima volta.

Se siete invece dei veterani aspettiamo i vostri consigli: come, dove e di cosa munirsi!

Via al gioco.

 

Baci baci,

 

Lady V.

 

Autoerotismo. Chi fa da sé fa per tre?

autoerotismo

Autoerotismo sì, autoerotismo no, autoerotismo forse? Partiamo da un assunto: l’autoerotismo non è una pratica puramente adolescenziale.

Per fortuna, aggiunge Lady V. Non è solo maschile (come tutte le cose che riguardano il sesso e l’affermazione del sé, maschietti oggi parlo più alle donne ma sul finire dell’articolo c’è un regalino anche per voi) e soprattutto non è un discorso tabù.

Sapete che qui sul blog di Lady V i tabù non esistono, ma non è questo che intendo.

Parlare di autoerotismo spesso è l’unica cosa da fare quando lo si percepisce distante dal proprio modo di essere. Ogni tabù smette di esserlo quando se ne parla. E voi sapete quanto mi piace parlarne con voi di tutti i tabù.

Gli uomini, come sappiamo, hanno meno problemi a parlare di sesso (dall’autoerotismo, al sesso “tradizionale”, a quello spinto, al roughsex, fino alle scappatelle reali o virtuali).

Siamo noi donne, non tutte certo, che abbiamo più paletti nel discuterne. Spesso abbiamo solo bisogno di qualcuno che inizi il discorso nella vita di tutti i giorni, qui come a casa.

Ed eccomi qui, Lady V arriva a farvi il solletico sotto i piedi.

Partiamo dal definire cosa intendiamo per autoerotismo, partendo dalle definizioni.

Per Treccani:

autoerotismo – La ricerca nella propria persona di sensazioni o di emozioni sessuali senza il concorso di altra persona; riferito soprattutto alla masturbazione.

 

Il dizionario di La repubblica ha due definizioni:

1 Attività sessuale spontanea in assenza di un qualsiasi stimolo esterno

2 Ricerca di sensazioni erotiche sulla propria persona. || estens. Masturbazione

 

Ora la prima cosa che notiamo dalle due definizione è “senza il concorso di altra persona” nella prima definizione e “in assenza di un qualsiasi stimolo esterno”.

 

Forse qualcosina da obiettare ce l’avremmo, no, miei cari?

Spesso si fa autoerotismo ma c’è un pensiero che muove la pratica erotica in questione, un desiderio verso qualcuno, verso uno stimolo esterno.

Certo in definitiva si compie da soli il gesto di autoerotismo, ma solo fisicamente non vuol dire soli mentalmente.

E in questo viaggio nella sessualità e nell’erotismo abbiamo ripetuto spesso che è la nostra mente a creare le condizioni del piacere.

Passando al lato pratico, in rete ci sono tanti articoli con consigli sul modo giusto di provocarsi piaceri (aspettate, badate ai preliminari, posizioni comode, mente rilassata, e tanti “trucchetti”) ma Lady V pensa che per i consigli ci sia sempre tempo.

Ho deciso di scrivere due righe per voi per due motivi.

Per chi ancora non si è avventurato in questo mondo così piacevole spero che parlarne un po’ vi accenda la lampadina, secondo i vostri tempi, vi permetta di parlarne di più.

Discutere della sessualità, leggere, approfondire porta a scoprire mondi spesso sconosciuti, e cosa è il sesso senza scoperta e senza mondi nuovi da visitare?

Ci sono tante mie amiche che magari non hanno approcciato da giovani all’autoerotismo ma erano più grandicelle quando il pensiero le ha stuzzicate.

Per dire che non c’è un momento giusto, ci sono tanti momenti giusti e tanti risultati, benefici (forse beneficio è la parola migliore da usare 😀 ) nel conoscere sé stessi.

Per chi invece è un habitué… sentite di condividere con noi qualche esperienza. Cosa ne pensate? Cosa e come definireste il rapporto con voi stessi? L’autoerotismo porta beneficio alla vita di coppia, o ai rapporti sessuali della vostra vita?

Ed eccoci, sì sì ecco… arrivano due tre chicche per chi è appasionato del genere (e per le curiose dopo questa lettura)-

Vediamo un po’ nel nostro store (e fisicamente nei nostri distributori 24hsu24, qui i nostri indirizzi fisici) cosa c’è di carino e utile alla “missione” ;D!

 

Sempre in viaggio?

Ecco MINI VIBRATORE BULLET CLASSICS PINK

 

Pink perché si sa: il rosa ci piace tantissimo!

 

 

Sempre alla ricerca di nuove galassie?

Ecco un piccolo dirigibile speciale: PICOBONG IPO 2 CERISE

Sempre pronte a brillare come un neon?

VIBRATORE NEON LUV TOUCH VIBE PINK fa per voi:

 

 

Geisha nell’anima?

Questa elegante rivisitazione delle classiche “geisha balls” permette di raggiungere più facilmente orgasmi più lunghi e intensi.

 

Orsetti che passione?

PALLINE PUSSYNUT DOUBLE SILICONE PINK

 

E per voi uomini in lettura, una chicca su tutte:

MASTURBATORE TENGA EGG TWISTER

 

Direte perché un solo consiglio per noi?

Perché arriveranno, arriveranno, per ora precedenza alle nostre amiche.

Dovevate capirlo dall’abbondanza del fucsia di questo post.

 

Anche per oggi è tutto,

spunti, emozioni e idee: condividiamo il sesso, è così bello parlarne!

 

Un bacione,

 

Lady V

San Valentino! Amore cosa mi regali?

sanvalentino

Eccoci finalmente, domani è san Valentino.

Lo so che in queste settimane vi ho messo un po’ di ansia con il mio conto alla rovescia.

Ma lo sapete, lo faccio per il vostro bene (e qui qualcuno potrebbe fare un gioco di parole un po’ malizioso!!!). Non vi volevate mica far trovare impreparati nel giorno più romantico (e di questo certo ci interessa ma di riflesso) e sexy (sì questo CI INTERESSA TANTISSIMO) dell’anno?

San Valentino ha tutta una storia (che non staremo qui a ricordare) e ha tutto un fascino per chi come noi ama il piacere, e non aspetta altro di avere un’occasione in più per dedicarsi al piacere proprio e di chi ha accanto.

Il sesso è il motore del mondo no? Quale migliore occasione per mettere benzina nel giorno più passionale dell’anno?

Molti di voi avranno sicuramente già provveduto (anche seguendo i miei alert e il mio conto alla rovescia) ma per i ritardatari… ho qualche dritta dell’ultimo momento.

Per chi è in coppia, per chi è in gruppo, ma anche per chi è single (perché la sensualità è un regalo prezioso che si può giocare anche con sé stessi).

Allora vediamo un po’, da dove iniziamo?

Ecco sì, da lui: MASSAGGIATORE TOKIDOKI UNICORN. Non è delizioso?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dall’esclusiva linea TokiDoki di Lovehoney un potente massaggiatore dal design originale, simpatico ed accattivante, che ha trovato un significativo consenso nel pubblico femminile! Un’idea regalo innovativa e funzionale da riservare a voi stessi o ad un’amica! 

Perché a San Valentino si può fare sia un regalo a sé stessi che alla propria amica single, no?

 

ANELLO FALLICO VIBRANTE TEDDY COCKRING SILICONE PINK

La linea Silicone by T4L presenta l’anello fallico a forma di orsetto, che vibrerà per massaggiare il partner durante la penetrazione. Teddy Cockring è dotato di un bullet con modalità di vibrazione regolabile, premendo il pulsante sul tappo. Grazie alla chiusura waterproof, ti accompagnerà anche in acqua. Un delizioso anello a forma di Orsetto! Dolce no? Certo, un dolce momento di piacere!

 

ANELLO FALLICO VIBRANTE HEART BEAT COCKRING SILICONE PINK

 

L’anello fallico a forma di cuore, che vibrerà per massaggiare il partner durante la penetrazione. Heart Beat Cockring è il regalo giusto, a forma di cuore poi! <3 <3 <3

LIQUIDO PER MASSAGGI KAMASUTRA OIL OF LOVE STRAWBERRY DREAMS

 

Un massaggio? Quando se non a San Valentino!

Oil of Love: liquido per i preliminari baciabile e leccabile, a base di acqua che riscalda delicatamente la pelle. Applica l’Oil of Love sulle zone erogene del corpo, soffia leggermente sulla zona per provare la sensazione di dolce calore e continua con baci o con la lingua gustando il sapore dolce.

ANELLO FALLICO VIBRANTE ACE A TEST

 

Double Cockring per pene e testicoli con piccoli eccitanti rilievi; bullet con piccoli pallini e un cono stimolante; un bullet per vibrazione ad una velocità. Cosa c’è di meglio per il giorno più stimolante dell’anno?

 

ANELLO FALLICO FIFTY SHADES FREED I WANT YOU. NOW. STEEL LOVER RING

 

L’anello fallico I want you. Now. è l’anello metallico della linea Fifty Shades Freed che stimolerà il tuo piacere ritardando l’eiaculazione e aumentando il piacere in fase di orgasmo. L’anello è usabile anche come costrttivo dei testicoli, ponendolo alla base di essi. Grazie alla sua rigidità e al suo stile stimolerà in maniera decisa sia te che il partner con la sua sensazione metallica.

 

DOLCE SLIP DONNA LOVER’S CANDY G-STRING

 

Intrigante e divertente il goloso slip Candy G-String per Lei… Divertitevi a toglierlo succhiando caramella dopo caramella.

Vi ritroverete in un gioco estremamente erotico ed appetitoso! Può inoltre diventare una graziosa idea regalo per addio al celibato ed ogni tipo di festa! E il regalo perfetto per San Valentino!

 

SLIP UOMO LOVER’S CANDY POSING POUCH

Intrigante e divertente il goloso tanga Posing Pouch per Lui.

Divertitevi a toglierlo succhiando caramella dopo caramella ..Vi ritroverete in un gioco estremamente erotico ed appetitoso!

 

E infine…

KIT BDSM FETISH FANTASY LIMITED EDITION LOVER’S BONDAGE KIT

 

Kit per giochi costrittivi e sadomaso Fetish Fantasy. Grazie alla corda, agli strizzacapezzoli piumati e alla benda, tutto di color rosso, potrai dedicare le tue nottate a giochi trasgressivi, costringendo la tua/il tuo partner al piacere più estremo.

 

Insomma di idee ce ne sono, di fantasie sono sicura non ve ne mancano… San Valentino ora va solo festeggiato!

Ricordate tutti i nostri punti vendita , ricordate il nostro shop online.

Ricordate di festeggiare, e di farci sapere come è andata!!!

Un bacio Lady V.

 

 

 

IL PUNTO L

ilpuntol_viziettosexyshop

Il punto L, oggi parliamo di lui.

Il punto L. Sì, avete capito bene L, l di luce, l di lino, l di LIBIDO. Il punto L.

No la G, è la lettera per il femminile L per la maschile.

Siete confusi. Direte “già non si capisce cosa sia il punto G, ora Lady V cosa è questo punto L?”

 

Il punto L è l’equivalente del punto G femminile nell’uomo.

E da cosa deriva la lettera L?

La lettera L è un omaggio all’iniziale del nome della donna che ne ha scoperto l’esistenza: Elisabetta Leslie Leonelli.

Ma tecnicamente cosa è?

Ecco come lo descrive la Leonelli:

“Mentre avevo davanti le sezioni laterali dei genitali maschili con i corpi cavernosi, i nervi, i testicoli, la prostata, ecc… mi sono resa conto, improvvisamente, di quanto la base del pene affondi profondamente dentro le pelvi. Ciò che si vede all’esterno del corpo costituisce meno della metà dell’intero apparato, mentre i corpi cavernosi, veri e propri protagonisti dell’erezione del pene, continuano all’interno delle pelvi, al di là dell’osso pubico, al di sotto della prostata, fin quasi a raggiungere la parete del retto”.

Più confusi di prima?

E io cosa ci sono a fare?

Riduciamo un pochino i termini.

Il punto L è nella zona perineale, ovvero quella parte tra i testicoli e l’ano.

La zona perineale è una zona particolarmente erogena.

Attraverso la sua stimolazione l’uomo sarebbe in grado di raggiungere un forte piacere. (Maschietti alla lettura, che ci dite?)

In definita il punto L si trova nella prostata.

Voi lo sapevate che il messaggio prostatico viene utilizzato nella medicina orientale per ridurre l’insorgere della prostatite?

 

Ora dopo qualche info generale, che male non fa, veniamo al dunque.

Come si stimola il Punto L?

Prima cosa, ci sono diversi metodi per stimolarlo: manualmente, oralmente e attraverso il sesso.

L’orgasmo che si genera nell’uomo attraverso il suo Punto L è un orgasmo diverso da quello a cui l’uomo è abituato.

Per usare le parole della Leonelli: “le scariche di piacere sono più forti, meno acute, più tonde, più calde, più profonde”.

Sesso orale, masturbazione, un massaggio nella zona del perineo (vi ricordate cosa è vero, altrimenti leggete sopra), il sesso anale sono le modalità con cui potete iniziare la ricerca di questo meraviglioso punto erotico che promette emozioni encomiabili.

Certo, il sesso anale spesso non è considerato da tutti gli uomini come una posizione “ortodossa” (cosa sia l’ortodosso poi… 😀 qui sto parlando con voi care amiche mie, nel caso il vostro partner fosse maschile e voleste iniziare la ricerca del tesoro L) ma parlarne non è detto che non stimoli in lui una curiosità profonda.

Sapete come si dice, noi donne quando crediamo in qualcosa riusciamo a ottenerla!

Nel caso lo convinceste (magari potete proporgli anche un po’ di “rough sex” per iniziare a scaldare gli animi)? Come fare?

Dopo discorsi, promesse, e coinvolgimenti di fantasie (perché lo sapete che il dialogo e la fantasia è la metà del rapporto)…

Un piccolo massaggio, inizialmente con le dita o con sexy toys. E qualche parola di apprezzamento, un gioco tra voi.

E a voi invece cari maschietti? Beh voi non dovete fare altro che cercare, da soli, o in compagnia, conoscete il vostro corpo?

Avete già trovato il vostro punto L?

Lo avete fatto trovare?

È un tesoro tutto da scroprire?

 

 

Vi abbraccio,

 

Lady V